Vai indietro   Scuola forum (scuo.la) - Forum di discussione per le scuole > Materie di Scuola > Economia



Top 5 Stats
Latest Posts
Discussione    data, Ora  invio  Risposte  Visite   Forum
Vecchio Come fare per determinare l’acidità degli idrogeni in alfa?  21-04, 17:57  Abramo  1  175   Chimica
Vecchio Quale procedura per trovare il peso atomico del metallo M?  20-04, 08:28  manuel  1  29431   Chimica
Vecchio Quando iniziare attivita fisica dopo intervento appendicite?  19-04, 19:31  Marcos  1  31479   Medicina
Vecchio Quale causa per dolore tra il 1° metatarso e il 1° cuneiforme?  18-04, 18:53  Sigismondo  1  29082   Medicina
Vecchio Come constatare elettrolita forte, debole o non elettrolita?  17-04, 15:24  Abramo  1  24876   Chimica
Vecchio Quali scuole per fare due anni in uno per liceo linguistico?  12-04, 16:14  Luigia  1  16834   Scuola in generale
Vecchio L'AIDS è una malattia con sintomi visibili e riconoscibili?  12-04, 12:03  Edith  1  25215   Medicina
Vecchio Perchè il presscontroll dell'autoclave non si spegne mai?  07-04, 09:11  Marsilio  1  28542   Idraulica
Vecchio Perché colonna pescante si scarica spesso nonostante press control?  06-04, 12:33  karol  1  34059   Idraulica
Vecchio Quali cause per la comparsa di puntini neri nella visione?  06-04, 08:40  Marcos  1  30931   Medicina

Rispondi
 
LinkBack Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
  #1 (permalink)  
Vecchio 12-01-2010, 11:45 AM
Junior Member
 
Registrato dal: Dec 2010
Messaggi: 1
predefinito Quali passaggi fare per risolvere il caso "Datafile Spa"?

Quali passaggi fare per risolvere il caso "Datafile Spa"?


Salve mi potreste aiutare a risolvere questo caso??? Grazie a tutti in anticipo

Il problema
Una piccola impresa produttrice di “software on-line”, nella fase di avvio della propria attività, si
trova a dover chiarire il ruolo che essa intende assumere nel promettente mercato dell’informatica
applicata ai beni culturali.
In particolare è necessario individuare le attività e le direttrici d’ingresso entro le quali essa dovrà
muoversi nell’immediato futuro, anche tenendo conto delle risorse disponibili, e del contributo che
concretamente i suoi cinque soci sono disposti ad offrire in base alla propria esperienza e
specializzazione in differenti aree gestionali.
La situazione
Cinque amici si sarebbero incontrati il venerdì 29 ottobre 2004 per discutere su importanti
decisioni: si prevedeva che gli argomenti, già numerosi, sarebbero cresciuti nel corso della riunione.
Alfonso Bardi e Giulio Vottini si erano incontrati per primi, avendo collaborato in una ricerca
finanziata dall’impresa in cui Alfonso aveva lavorato per alcuni anni; gli altri tre amici Paolo
Cantini, Piero Erti e Sandro Fitti erano stati conosciuti in occasione di un corso di aggiornamento
sull’Elaborazione Dati in cui Bardi e Bottini avevano presentato il risultato del loro primo lavoro in
comune. Erano seguite sporadiche occasioni in cui i cinque amici avevano confrontato le loro
diverse personalità, rilevando un comune spirito imprenditoriale.
Su impulso di Alfonso Bardi, che per primo aveva manifestato l’idea di fondare una società per la
realizzazione di software on-line, dopo aver dato le dimissioni dall’impresa in cui lavorava, i cinque
amici si erano trovati a settembre presso un commercialista per perfezionare il progetto su cui
avevano molto discusso1.
Le attività della “Datafile S.p.a.” includevano la progettazione, produzione e vendita di software online;
in realtà si sarebbe trattato prevalentemente di un progetto originale di Vottini.
Bardi si era assicurato per i primi mesi di commessa per sei applicativi su specifiche di un’impresa
inglese; ciò sarebbe servito per avviare la produzione e prendere un pò di respiro.
Tuttavia ci si doveva predisporre alla produzione in proprio del modello denominato “VD (Virtual
Data)” a partire da fine marzo. Del modello esistevano già due prototipi perfettamente funzionanti:
uno era stato affidato ad un designer perché ne perfezionasse la funzionalità e l’estetica, l’altro era
usato da Paolo Cantini che l’utilizzava per programmare nuovi software e provarne le capacità e
potenzialità.
Nelle prime due settimane di gennaio furono effettuate alcune operazioni di acquisto di servizi e
componenti; le operazioni di progettazione, sviluppo, test erano cominciate con due tecnici ex
collaboratori di Bardi e due operai in un laboratorio perso in affitto. Bardi lavorava a tempo pieno
ed aveva seguito le prime operazioni di avviamento; ogni pomeriggio si incontrava con Giulio
Vottini con il quale esaminava i problemi del futuro, senza però aver definito una precisa linea di
condotta.
Alla fine di ottobre era stata fissata una riunione con gli altri azionisti: come già detto, pur non
esistendo un preciso ordine del giorno, si prevedeva una ampia gamma di temi da discutere. Molti
di questi riguardavano l’inserimento attivo degli altri partner nella gestione della Datafile S.p.a..
Infatti, salvo Alfonso Bardi, ciascuno dei quattro amici doveva ancora sciogliere alcune riserve
circa un proprio coinvolgimento nell’iniziativa. Preparandosi alla riunione i cinque amici avevano
riflettuto separatamente su vari problemi e si ripromettevano di discuterne attentamente.
1 L’Allegato 1 contiene alcuni cenni sull’esperienze dei cinque amici e l’Allegato 2 la quota di capitale sottoscritta da
ciascuna di essi.
Alfonso Bardi era soddisfatto di come si erano avviate le cose e si riprometteva di dare un resoconto
analitico agli amici; al riguardo aveva preparato un breve promemoria. Ovviamente le sue maggiori
preoccupazioni riguardavano il momento in cui la società sarebbe entrata in produzione con il
modello “VD (Virtual Data)”, il software progettato da Giulio Vottini, che, dagli esperimenti in
atto, appariva di ottima qualità e molto concorrenziale.
Alfonso Bardi si augurava che da quella riunione emergesse che almeno due dei suoi amici fossero
convinti ad affiancarlo nelle future attività perché prevedeva che la necessità di collaborazione
sarebbe molto aumentata nei successivi mesi; qualora nessuno avesse mostrato questa eventualità,
egli avrebbe proposto l’assunzione di due persone dall’esterno.
Una volta chiarito questo punto, sarebbe stato necessario definire uno schema di organizzazione.
Paolo Cantini aveva impiegato un prototipo per due mesi e ne aveva apprezzato tutti gli aspetti
innovativi e la facilità di uso.
Egli era anche pronto a presentare una lista di possibili impieghi nel campo della didattica e della
comunicazione on-line, che aveva potuto sperimentare e per i quali aveva sviluppato dei programmi
in software. Si era però reso conto che il mercato cominciava ad essere affollato di analoghi
modelli.
Piero Erti era preoccupato che nei precedenti incontri non si fosse parlato a sufficienza degli aspetti
economici e desiderava chiedere informazioni in merito. Inoltre, si riprometteva di proporre
un’analisi dei costi previsti per l’anno in corso.
Sandro Fitti riteneva di avere ancora le idee confuse. Data la flessibilità degli impieghi del software
on line, egli riteneva che non era stato sufficientemente esaminato l’aspetto commerciale e riteneva
di poter dare dei suggerimenti agli amici sulla base delle sue esperienze e conoscenze dei problemi
di mercato. Tra l’altro egli riteneva che occorresse considerare attentamente la destinazione del
software ed aveva individuato tre possibili gruppi di clienti:
a) Aziende pubbliche e private operanti nell’ambito dei beni culturali
b) Ricercatori universitari e centri studi
c) Giovani ed appassionati di visite culturali on line.
A ciascuno di questi mercati corrispondevano diverse decisioni commerciali.
Giulio Vottini si preparava ad annunciare che presto sul mercato sarebbe stato disponibile un nuovo
tipo di software on line che per maggiore capacità e minor costo, avrebbe migliorato
sostanzialmente il progetto “VD (Virtual Data)”.
Egli intendeva annunciare agli amici di avere deciso di dedicarsi all’iniziativa imprenditoriale a
tempo pieno, visto che la carriera universitaria era lenta e diversa dalle sue iniziali aspettative.

DOMANDE
1) Considerando le attività da svolgere, come giudicate le “opportunità” e i “rischi”
dell’ambiente esterno all’impresa?
2) Considerando la stima delle risorse necessarie per svolgere le suddette attività e quelle
disponibili, quali sono gli aspetti favorevoli (di forza) e quali sfavorevoli (di debolezza)
dell’impresa al momento della riunione del 29 ottobre?
3) Sulla base delle informazioni disponibili, quale dei partner di Bardi potrebbe fornire
maggiori contributi ad un buon avviamento dell’impresa?
4) Nell’ipotesi di una domanda di mercato genericamente favorevole per i successivi 1-3 anni,
esistono i presupposti perché l’impresa consegua risultati in tempi ragionevolmente brevi?


ALLEGATO 1
Alfonso Bardi: Dirigente industriale con esperienza di 15 anni in una impresa di Componenti
Elettronici appartenente ad un importante Gruppo Industriale Multinazionale
Attività prevalente: progettazione e, successivamente, responsabile di stabilimento.
Paolo Cantini: Consulente Analista in una società di software, specializzato in programmazione e
appassionato in giochi didattici. Ha vinto un premio messo in palio da una rivista specializzata
americana per il Game Didattico più originale dell’anno sui beni culturali.
Piero Erti: Consulente Analista di Sistemi Informativi di impresa. Docente di informatica in diversi
corsi post-laurea.
Sandro Fitti: Responsabile di prodotto di un’impresa di apparecchiature per telefonia e
teletrasmissione nel settore delle centraline per uffici ed enti. Ha recentemente ricevuto due offerte
di lavoro: da una grande impresa americana concorrente e da un gruppo di consulenti di Monaco per
attività di Marketing. Pur preferendo la seconda proposta è perplesso a causa della sede di lavoro.
Giulio Vottini: Ingegnere Ricercatore al Politecnico; figlio di industriale del mobile. Ha conseguito
un Master in Electronic Engineering alla Stanford University a Palo Alto (USA).


ALLEGATO 2
Soci % Valore (euro)
Alfonso Bardi 53 106.000,00
Paolo Cantini 4 8.000,00
Piero Erti 4 8.000,00
Sandro Fitti 4 8.000,00
Giulio Vottini 35 70.000,00
200.000,00
Rispondi quotando
  #2 (permalink)  
Vecchio 02-24-2024, 08:05 AM
Junior Member
 
Registrato dal: Aug 2007
Messaggi: 14
predefinito

Ciao,
per risolvere il caso "Datafile Spa", possiamo analizzare le domande poste e fornire delle risposte basate sulle informazioni fornite nel testo.

Opportunità e rischi dell'ambiente esterno all'impresa:
Opportunità:
Il mercato dell'informatica applicata ai beni culturali è promettente.
La disponibilità di commesse iniziali da parte di un'impresa inglese offre un avvio concreto per la produzione.
Rischi:
Il mercato potrebbe essere già affollato da concorrenti con prodotti simili.
L'incertezza riguardante l'accettazione del prodotto da parte dei potenziali clienti.
La necessità di definire una strategia di commercializzazione efficace per distinguersi dai concorrenti.

Aspetti favorevoli e sfavorevoli dell'impresa al momento della riunione del 29 ottobre:
Aspetti favorevoli:
La disponibilità di un prototipo funzionante del modello "VD (Virtual Data)".
La partecipazione di soci con competenze complementari nel settore informatico.
L'impegno di Alfonso Bardi nel garantire commesse iniziali per avviare la produzione.
Aspetti sfavorevoli:
La mancanza di una linea di condotta chiara per il futuro.
Le riserve di alcuni soci riguardo al coinvolgimento nell'iniziativa.
La necessità di definire uno schema organizzativo e di coinvolgere attivamente gli altri partner nella gestione dell'azienda.

Il partner che potrebbe fornire maggiori contributi ad un buon avviamento dell'impresa:
Giulio Vottini sembra essere il partner chiave, in quanto è il progettista del modello principale "VD (Virtual Data)".
Ha esperienza accademica e internazionale nel settore dell'ingegneria elettronica, oltre a competenze specifiche nel campo del software.

Possibilità di conseguire risultati in tempi ragionevolmente brevi:
Se l'azienda riesce a distinguersi nel mercato e ad accattivare clienti con il suo prodotto innovativo, è possibile ottenere risultati positivi in un periodo relativamente breve.
Tuttavia, sarà essenziale un piano di marketing efficace e una gestione efficiente delle risorse per sfruttare appieno le opportunità di mercato.

Queste sono delle risposte preliminari basate sulle informazioni fornite nel caso. Ulteriori dettagli potrebbero essere necessari per un'analisi più approfondita.




Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo


Discussioni simili
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Quali soluzioni per risolvere colpo d'ariente nella palazzina? Ariete82 Idraulica 1 06-15-2023 11:32 AM
Miei consigli per come fare a velocizzare il PC (non i soliti) stvpls Informatica 1 05-29-2023 06:58 PM
Quali cause per accensione spia rosssa press control ed elettropompa? johnnyferrari Idraulica 1 05-07-2023 06:59 PM
Quali passaggi nel risolvere equazione coi numeri complessi? reanto Matematica 1 01-31-2023 06:45 PM
Il 60% delle persone sono predisposte all'intolleranza al lattosio RIC Cucina 3 01-17-2019 04:13 PM


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 10:15 AM.


© Copyright 2008-2022 powered by sitiweb.re - P.IVA 02309010359 - Privacy policy - Cookie policy e impostazioni cookie