Vai indietro   Scuola forum (scuo.la) - Forum di discussione per le scuole > Materie di Scuola > Ecologia

scuola

Top 5 Stats
Latest Posts
Discussione    data, Ora  invio  Risposte  Visite   Forum
Vecchio Qualcuno ha avuto esperienze con la terapia Sutent?  13-12, 22:22  Ipazia  13330  6331070   Medicina
Vecchio Aiuto Problemi Chmica  25-11, 18:22  Anonimato  0  1187   Chimica
Vecchio Bocciato 3 volte... e ora ??  21-11, 17:11  scuola di...  3  5405   Scuola in generale
Vecchio Quale univerisità scegliere per un lavoro "sicuro"?  21-11, 17:07  scuola di...  16  12946   Scuola in generale
Vecchio Un aiuto filosofico... ci sbatto la testa da molto tempo.  11-11, 23:26  Gianmaria...  0  857   Filosofia
Vecchio Corso di impianti elettrici gratuito  03-11, 10:04  AbbasoLaSquol...  0  913   Elettronica
Vecchio insegnanti di inglese cercasi  28-10, 12:40  KaryVega  6  8365   Inglese
Vecchio Eccovi un video YouTube dove ci sono io che impenno in Bmx  28-10, 12:39  KaryVega  6  23333   Bici
Vecchio Consigli per dimagrire  28-10, 12:37  KaryVega  8  2078   Cucina
Vecchio Sperimentato nuovo trattamento per invertire la celiachia  23-10, 20:12  Scuola  1  914   Medicina

Rispondi
 
LinkBack Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
  #1 (permalink)  
Vecchio 11-01-2007, 02:59 PM
Junior Member
 
Registrato dal: Oct 2007
Messaggi: 23
predefinito Il risparmio energetico come fonte d'energia alternativa

Il risparmio energetico come fonte d'energia alternativa


Il nostro Paese è povero di fonti d’energia tradizionali, quindi risparmiare energia vuol dire contribuire a ridurre la spesa pubblica e a rendere l'Italia meno dipendente dall’estero per gli approvvigionamenti di combustibili fossili. Significa anche affrancarsi dal ricatto energetico delle Nazioni ricche d’idrocarburi fossili! Il risparmio energetico però non ha solo una valenza economica: la produzione di energia ha un forte impatto negativo sull'ambiente e sulla nostra salute a causa dei prodotti di scarto della combustione, che sono immessi in atmosfera quasi liberamente; quando accendiamo una lampadina, utilizziamo un elettrodomestico o ci facciamo una doccia calda, dobbiamo ricordarci che stiamo consumando energia e quindi stiamo causando l’immissione di sostanze dannose in atmosfera. Con la tecnologia attuale, le fonti energetiche a basso impatto ambientale (eolico, fotovoltaico, solare termico, biomasse, idroelettrico, geotermico ….) non sono ancora in grado di coprire in toto la nostra esigenza energetica. Alla luce di queste considerazioni quindi il risparmio energetico va trattato come una vera e propria fonte di energia alternativa, gratuita ed accessibile a tutti. Fonte che non richiede sacrifici impossibili; è sufficiente eliminare gli sprechi e attingere dalle risorse esistenti in modo intelligente, usando il nostro buon senso. Nelle case, per esempio, l'energia consumata per la produzione di acqua calda e per il riscaldamento rappresenta circa il 15% del consumo energetico nazionale, senza contare i picchi sempre crescenti in estate generati dall'utilizzo dei condizionatori. Senza rinunce al comfort, si può modificare lo stile di vita per utilizzare in modo corretto e sostenibile le risorse energetiche, anzi si può migliorare lo standard di vita senza necessariamente aumentare la necessità energetica, come sta accadendo negli Stati dell’Europa settentrionale, ma di questo parlerò in un altro articolo. Per ridurre il consumo di energia nel nostro ambito famigliare, occorre innanzi tutto capire dove e quanto si consuma. Dai numerosi studi effettuati emerge quanto segue: la voce riscaldamento pesa per il 55%, l’automobile per il 31%, l’acqua calda sanitaria il 7%, gli elettrodomestici, (frigorifero, lavatrice, forno, ecc…) il 4%; illuminazione 1%. Per maggior chiarezza, a parte l'automobile, il 79% del consumo energetico della nostra famiglia assorbito dal riscaldamento. Quali strategie possiamo mettere in atto, adesso che conosciamo la situazione? Nulla di complicato, solo semplici azioni che permettono di ottenere un efficace risparmio energetico: ecco come. Dividiamo la nostra strategia in aree tematiche: RISCALDAMENTO: non coprire i caloriferi con tende o rivestimenti; riducendo di 1° C la temperatura nelle stanze si risparmia circa il 6 % di energia; provvedere regolarmente alla pulizia e alla manutenzione della caldaia; sfiatare i caloriferi all'inizio della stagione fredda; fare installare le valvole termostatiche sui termosifoni. I costi di riscaldamento possono essere ridotti drasticamente anche grazie a un buon isolamento termico della casa. Le caldaie e gli impianti che hanno più di 20 anni dovrebbero essere sostituiti, sia perché in genere hanno perso efficienza, sia perché la tecnica della combustione, nel frattempo, ha fatto notevoli passi avanti. ACQUA: quando ci si lava i denti, le mani o si fa la doccia, aprire il rubinetto solo per il tempo necessario a bagnarsi e a sciacquarsi; prediligere la doccia anziché il bagno e utilizzare i miscelatori termostatici per gestire la temperatura dell’acqua; applicare regolatori di flusso sui rubinetti; non lavare le stoviglie sotto l'acqua corrente. La gestione del ciclo dell’acqua (pompaggio, invio alle utenze, depurazione) comporta un impiego elevato di energia elettrica, quindi risparmiare acqua significa anche risparmiare energia. FRIGORIFERO, CONGELATORE E LAVATRICE: scegliere il frigorifero e il congelatore di dimensioni adeguate all'effettivo fabbisogno familiare; inserire soltanto prodotti già freddi; utilizzare lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie solo a pieno carico; utilizzare il prelavaggio solo per la biancheria molto sporca; IN CUCINA durante la cottura dei cibi coprire pentole e padelle con il coperchio; in caso di lunghi tempi di cottura, usare la pentola a pressione; spegnere la piastra elettrica e il forno un po' prima della fine cottura, allo scopo di sfruttare il calore residuo e l’inerzia termica. ENERGIA ELETTRICA utilizzare lampadine a basso consumo; quando si abbandona una stanza, spegnere sempre la luce; se non utilizzati per ore, spegnere gli apparecchi elettrici (televisore, radio, macchina del caffè ecc.) con l'interruttore principale, evitando la funzione stand-by; asciugare il bucato preferibilmente all'aria, evitando l'impiego dell'asciugatrice. Una direttiva dell'Unione Europea prescrive che gli elettrodomestici siano muniti di un'etichetta indicante la loro efficienza energetica. In questo modo al momento dell'acquisto si possono confrontare direttamente i consumi degli apparecchi con funzioni analoghe ed operare una scelta più consapevole. CAMBIARE SI PUO’… CAMBIARE SI DEVE Anche nella politica dei consumi!
Rispondi quotando
  #2 (permalink)  
Vecchio 12-19-2007, 01:38 AM
Junior Member
 
Registrato dal: Dec 2007
Messaggi: 2
predefinito Beh, Energaia?

Mi stupisce che non sia ancora intervenuto in questa discussione.
Dai dacci la tua opinione...
Ciao a tutti
Rispondi quotando
  #3 (permalink)  
Vecchio 12-22-2007, 08:00 PM
Junior Member
 
Registrato dal: Aug 2007
ubicazione: Alba, Cuneo
Messaggi: 10
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Elettrica Visualizza il messaggio
Mi stupisce che non sia ancora intervenuto in questa discussione.
Dai dacci la tua opinione...
Ciao a tutti
I 45 consigli di ENERGAIA per migliorare l'efficienza energetica in casa (Contro i 24 dell'Eni)


Una famiglia italiana spende, nella media, annualmente circa 1.500 Euro per l'energia (gas, gasolio, elettricità). Questa spesa potete ridurla nella misura del 10 - 80 % (dipende dall'attuale efficienza della vostra casa e dalla vostra volontà di migliorarla ancora).
Risparmiare energia è una buona strategia per alleggerire il vostro budget familiare e risparmiare soldi per spenderli in maniera migliore.

Ci sono tantissime possibilità per rendere una casa energeticamente più efficiente, da miglioramenti semplici e poco costosi fino ad interventi più onerosi che si ripagano solo a lungo termine. Ciò che potete e volete fare per migliorare l'efficienza energetica della vostra casa dipende da numerosi fattori: dal vostro stile di vita, dalla dimensione e dal taglio della casa, dall'efficienza già esistente, dalla località e posizione in cui si trova, ecc..

In ogni caso, lasciatevi guidare dal seguente principio: cominciare con quegli interventi che costano poco e rendono di più. Spesso è la soluzione più economica e semplice che dà il più grande taglio alle vostre bollette dell'energia e dell'acqua. Poi, con i soldi risparmiati mese per mese, potrete affrontare progetti più ambiziosi.

Energaia s.r.l. offre informazioni utili sulle possibilità di risparmiare energia in casa e sui programmi statali che agevolano il risparmio energetico e promuovono l'uso delle energie rinnovabili (isolamento termico, collettori solari per produrre acqua calda, serramenti).

Da parte nostra vi possiamo consigliare in via generale:

1) Per iniziare, raccogliete le bollette del gas e dell'elettricità degli ultimi 12 mesi. Fate la somma e dividetela per i metri quadrati della superficie della vostra casa, escludendo le superfici dei locali non riscaldati (box, scantinati, ecc.). La spesa media ammonta a 10 - 25 Euro al metro quadrato e anno. Nel caso che la vostra spesa si trovi in questo segmento o è maggiore, avrete molte possibilità di ridurre sensibilmente le vostre bollette.

2) Misurate lo spessore dell'isolamento termico delle pareti e del tetto della vostra casa. Valutate l'età del vostro impianto di riscaldamento e lo stato in cui si trova, valutate le vostre finestre e guardate se lo scaldabagno possiede un sufficiente isolamento termico. Come vi sentite nella vostra casa? Nelle giornate ventose penetra dell'aria? Vi sentite a vostro agio estate-inverno?

3) Chiedete eventualmente assistenza ad Energaia s.r.l. di Alba o alle Agenzie regionali e provinciali per l'energia che vi possono fornire gratuitamente degli opuscoli informativi. Ci sono anche incentivi finanziari per l'acquisto di collettori solari, caldaie ad alto rendimento, pompe di calore, impianti fotovoltaici, serramenti e isolamenti.

Si può ottenere anche un check up energetico della vostra casa e vi consigliano gli interventi che potete intraprendere. Alcuni professionisti del settore eseguono questo controllo a costi contenuti. Un controllo professionale, che include anche un test della permeabilità al vento (blower door test) della vostra casa, ha un costo tra 350 e 650 Euro. Se le vostre bollette sono alte, questo controllo conviene in ogni caso.

4) Fate un programma d'azione. La seguente lista di possibili interventi è un utile strumento per iniziare. Le priorità effettive possono essere naturalmente anche altre, per esempio quelle che risultano dal check up della vostra situazione.

Interventi che non costano niente, ma che contribuiscono a risparmiare soldi

5) Mettete il termostato del bollitore d'acqua calda su 35°C.

6) Spegnete la luce quando uscite da una stanza.

7) In inverno mettete i termostati dei radiatori su 20°C quando siete a casa e su 12°C quando andate a letto. I cronotermostati fanno questo automaticamente.

8) Usate i programmi di risparmio della vostra lavatrice e della vostra lavastoviglie

9) Pulite una volta almeno all'anno i radiatori del condensatore del vostro frigorifero.

10) Asciugate il vostro bucato all'aria e non nelle macchine asciugatrici.

11) Chiudete le aperture di ventilazione nei locali non frequentati.

12) Riparate i rubinetti e gli sciacquoni perdenti (5% del consumo idrico in casa è dovuto a perdite)

13) Chiudete le persiane (e le finestre) in estate durante i giorni molto caldi e al tramonto in inverno.

14) Controllate periodicamente tutti i rubinetti e gli sciacquoni. Un rubinetto che gocciola continuamente può perdere fino a 2000 litri d'acqua all'anno. Uno sciacquone difettoso può perdere fino a 6 litri all'ora, cioè 52.000 litri all'anno.

Cose semplici e poco costose con spese recuperabili in meno di un anno

15) Installate un nuovo soffione sulla doccia che eroghi solo 5 litri al minuto, così risparmierete fino al 50% dell'acqua.

16) Montate bocche frangigetto sui rubinetti della cucina e del bagno. Queste bocche aggiungono aria all'acqua e riducono i consumi idrici del 30-50%.

17) Per le docce esistono rubinetti "a serrata rapida" che interrompono istantaneamente l'erogazione dell'acqua. Il loro uso permette un risparmio del 50% circa.

18) Installate nel sistema di riscaldamento un cronotermostato programmabile .

19) Chiudete, nel tetto e nello scantinato, tutte le aperture più grandi e sostituite i vetri rotti delle finestre.

20) Pulite i filtri del sistema che vi fornisce aria calda in inverno e del condizionatore d'aria in estate ).

21) Montate dietro ai radiatori dei pannelli di sughero rivestiti con un foglio d'alluminio.

22) Installate lampade compatte fluorescenti laddove la luce rimane accesa più a lungo. Interventi fino ad un costo di 500 Euro che si recuperano entro 1-3 anni

23) Fate eseguire un controllo completo della vostra casa, incluso un blower door test, per identificare le sorgenti delle infiltrazioni d'aria.

24) Tappate e rendete impermeabili tutte le fessure identificate dal test.

25) Cominciate con il tetto e lo scantinato (in particolare laddove tubi e cavi entrano in casa e intorno ai collegamenti con la fondazione), poi impermeabilizzate le finestre e le porte.

26) Sigillate ed isolate i canali del sistema di riscaldamento (e raffrescamento) ad aria.

27) Installate sciacquoni dotati di un tasto di risparmio. Utilizzando questo tasto si riduce una scarica dai normali 9-15 litri a soli 3-4. Il risparmio idrico è fino al 50%.

28) Montate rubinetti con miscelatori monocomando che miscelano l'acqua fredda e calda. In confronto a due rubinetti separati per l’acqua calda e quella fredda, questi rubinetti consentono un sensibile risparmio idrico perché non richiedono continuamente una correzione della temperatura.

29) Fate revisionare i vostri sistemi di riscaldamento (e di raffrescamento) ogni due anni.

30) Installate ulteriori rubinetti con economizzatore incorporato, soffioni ad alta efficienza e cronotermostati.

31) Sostituite le vostre vecchie lavatrici e lavastoviglie con nuove a basso consumo idrico ed energetico.

32) Fate montare schermature isolanti davanti alle finestre o nuove finestre con vetri termoisolanti.

Interventi che risparmiano molta energia, gli investimenti si recuperano però solo entro 3 e 15 anni

33) Isolate termicamente le fondazioni della casa fino alla profondità di gelo. Questo conviene nel caso in cui si debba scavare intorno alla casa (canalizzazioni, ecc.).

34) Isolate il soffitto dello scantinato non riscaldato con pannelli termoisolanti. In uno scantinato riscaldato conviene isolare termicamente le pareti perimetrali dall'interno.

35) Migliorate l'isolamento termico del vostro tetto. Questo conviene sia in climi freddi che in clima caldi, perché previene il surriscaldamento della casa..

36) Migliorate l'isolamento termico delle pareti perimetrali. L'intervento è più oneroso, ma conviene se la casa consuma molta energia per il riscaldamento.

37) Installate dappertutto lampade compatte a risparmio energetico, anche all’esterno

38) Installate un timer che regoli l'accensione e lo spegnimento delle lampade all'esterno.

39) Installate un collettore solare (sul tetto o sulla terrazza) che produca acqua calda e, in molti casi, può servire anche in inverno per il riscaldamento.

40) Modernizzate la caldaia, il bruciatore, il boiler, il climatizzatore, sostituite il frigorifero con uno dei modelli più recenti che sono più efficienti. La modernizzazione contribuisce spesso a risparmiare costi, e, se si deve sostituire qualche impianto, conviene in ogni caso. Se avete ben coibentato e impermeabilizzato la vostra casa, non c'è più bisogno di un sistema di riscaldamento e di climatizzazione così potente.

41) Se dovete sostituire le finestre della vostra casa, sostituitele con quelle superisolanti o di bassa remissività.

42) Sostituite i vecchi sciacquoni dei bagni con quelli moderni che risparmiano il 50–80 % d'acqua.

43) Montate schermature mobili davanti alle finestre che ombreggiando prevengono spiacevoli surriscaldamenti in estate.

44) Raccogliete e utilizzate l’acqua piovana. Con l’acqua piovana potrete alimentare gli sciacquoni del water, irrigare l'orto e il giardino, fare pulizia in casa e lavare l'auto. Adeguatamente filtrata e depurata può essere persino utilizzata nella piscina, nel bagno e nella doccia. L'acqua piovana può sostituire circa il 50% dell'acqua potabile normalmente usata in casa.

45) Piantate un albero per ombreggiare in estate la finestra più grande sul lato Ovest della vostra casa. Non risparmiate immediatamente molti soldi, ma otterrete una qualità ecologica maggiore.
Rispondi quotando
  #4 (permalink)  
Vecchio 12-23-2007, 12:44 PM
Junior Member
 
Registrato dal: Oct 2007
Messaggi: 12
predefinito

Scusami Energaia, sono giuste secondo me le tue dritte, ma hai fatto i conti di quanto si verrebbe a spendere per seguirle tutte?
Si potrebbe a questo punto dire: comprate una casa ecologica!
Alla fine forse si risparmia anche dello sbattimento e si spende la stessa cifra...
Rispondi quotando
  #5 (permalink)  
Vecchio 12-23-2007, 06:39 PM
Junior Member
 
Registrato dal: Aug 2007
ubicazione: Alba, Cuneo
Messaggi: 10
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Gabriel Visualizza il messaggio
Scusami Energaia, sono giuste secondo me le tue dritte, ma hai fatto i conti di quanto si verrebbe a spendere per seguirle tutte?
Si potrebbe a questo punto dire: comprate una casa ecologica!
Alla fine forse si risparmia anche dello sbattimento e si spende la stessa cifra...
Risparmio non vuol dire per forza ecologico. Ci si auspica di utilizzare sempre materiali ecologici, ma effettivamente esagerare non significa risparmiare economicamente e anche in termini ambientali. Ho fatto un preventivo per un cappotto richiesto in fibbra di cocco da un ecologista convinto, quando ha saputo il prezzo a preferito fare il cappotto con polistirolo. Questo comunque significa che risparmierà comunque sul riscaldamento e di conseguenza ridurrà le emissioni inquinanti. Non agire per paura di sbagliare significa sbagliare comunque.
Rispondi quotando
  #6 (permalink)  
Vecchio 04-29-2010, 01:50 PM
Junior Member
 
Registrato dal: Apr 2010
Messaggi: 2
predefinito PROVATE PER CREDERE!!!

BEH RISPARMIO NN VUOL DIRE PER FORZA ECOLOGICO!!! MA SE LO è ANCORA MEGLIO!!!
BUONGIORNO A TUTTI!!

Voglio dare un consiglio a tutte le imprese con diverse sedi lavorative! Contattate la società di Grandi Talenti. Con il loro innovativo sistema di agire possono garantire alle aziende di avere a fine anno un risparmio aziendale importante,consentendo agli imprenditori di avere un guadagno notevole rispetto al bilancio degli anni precedenti!
In più garantiscono un sistema di manutenzione a 360°,dall’idraulica,alla ristrutturazione degli immobili e perfino per quel che riguarda la parte elettrica.

ANDATE A DARE UN OCCHIO AL LORO SITO!!
GRANDITALENTI .IT




Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo


Discussioni simili
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Risparmiamo concretamente energia a partire dal condominio energaia Ecologia 4 04-29-2010 01:55 PM
Vodafone vuole rigenerare i cellulari per produrre energia cucciola Ecologia 2 07-10-2008 09:52 PM
Calcolare ritenuta d'acconto o alla fonte in maniera inversa Caligola Informatica 3 04-30-2008 08:56 PM
Valida alternativa al Memorex, programma per appuntamenti? Teddy Informatica 5 04-02-2008 03:42 PM
Sfruttiamo l'energia del Sole con il pannello solare termico Mov. Libero Politica 3 01-12-2008 02:50 AM


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 04:15 AM.


© Copyright 2015 by ghisirds.com - P.IVA 02309010359 - Privacy Policy - Cookie Policy